Caratteristiche specifiche

MENU
LOGIN

altre graminacee   ► singole specie di leguminose   ► singole specie di altre erbe


Loglio inglese (loietto perenne) | Loglio ibrido

Lolium perenne

In sintesi

  • Graminacea importante, produttiva e di buona qualità foraggera. Ideale per lo sfruttamento intensivo sotto forma di pascolo o polivalente (sfalcio-pascolo) dal fondovalle al piano montano.
  • Forma una cotica fitta e robusta. Non sopporta i suoli fortemente costipati.
  • Dà il nome all’associazione vegetale definita prato-pascolo a loglio inglese e poa dei prati. Pianta indicatrice di gestione intensiva.
  • Importante nei prati temporanei e per le trasemine.


Nota
Le forme intermedie ottenute da incroci, sia artificiali sia spontanei, fra loglio inglese e loglio italico danno origine al loglio ibrido. A seconda del risultato dell’incrocio, il loglio ibrido assomiglia più a uno o all’altro genitore.

Torna Su

 


In dettaglio

Morfologia e habitus

  • Graminacea tappezzante, caratterizzata da corti rizomi e da buone capacità di ricrescita, soprattutto in caso venga pascolato.
  • Infiorescenza a spiga, spighette prive di resta (≠ dal loglio italico), con il lato appiattito allineato con l’asse dell’infiorescenza (≠ dalla gramigna comune). Fioritura tardiva.
  • Foglie fortemente scanalate sulla lamina superiore e brillanti su quella inferiore (la lucentezza si nota da lontano). Orecchiette strette e falciformi.
  • Foglia giovane piegata (prefogliazione conduplicata), base del fusto pigmentata di rosso porpora.

Longevità e sviluppo

  • Da pluriennale a perenne, si propaga per via vegetativa.
  • Nell’anno di semina, presenta vigore giovanile elevato, molto concorrenziale.

Esigenze pedoclimatiche

  • Dal fondovalle al piano montano inferiore.
  • Prospera su suoli medio-pesanti, non costipati. Non va seminata in ambienti eccessivamente rudi, siccitosi e/o soggetti a ristagno idrico. Sopporta male i lunghi periodi d’innevamento, ma anche l’arrivo del gelo qualora manchi uno strato di neve isolante.
  • Preferisce suoli ricchi di elementi nutritivi.

Gestione e modifica della cotica erbosa

  • Praticare lo sfruttamento intensivo. Il pascolo stimola l’accestimento e la formazione dei fusti.
  • Necessita di concimazioni regolari e sopporta bene le liquamazioni.
  • Se lo si sfrutta spesso tardivamente, si inibisce la sua concorrenzialità.

Valore foraggero

  • Produttiva, pregiata e molto appetita dal bestiame, è la graminacea più digeribile tra quelle coltivate in Svizzera. Presenta un elevato contenuto zuccherino.
  • Si adatta bene sia al pascolo sia allo sfalcio intensivo e il suo foraggio è facilmente valorizzabile sotto qualsiasi forma.
  • Nelle condizioni favorevoli allo sviluppo dei logli, forma una cotica fitta che non lascia spazio alle malerbe né alle piante tappabuchi.

Impiego nelle miscele foraggere

  • Varietà testate e raccomandate di loglio inglese e loglio ibrido si utilizzano nelle miscele graminacee-trifoglio bianco, nonché in quelle destinate alla gestione polivalente e all’impianto di pascoli permanenti. Lo si trova anche nelle miscele per la trasemina, in quanto specie che si installa velocemente. Sul mercato, sono disponibili varietà selezionate in Svizzera.
  • La resistenza ai vari agenti patogeni (muffa delle nevi, avvizzimento batterico) varia molto in funzione della varietà considerata.

Torna Su