Caratteristiche specifiche

MENU
LOGIN

altre graminacee   ► singole specie di leguminose   ► singole specie di altre erbe


Bromo peloso

Bromus hordeaceus (Bromus mollis)

In sintesi

  • Graminacea scadente, tipica tappabuchi, senza valore nutritivo e, pertanto, classificata come indesiderata.
  • Specie indicatrice di prati e pascoli lacunosi.
  • Pianta annuale. Vigorosa in primavera, fioritura e disseminazione molto precoci.
  • Può diventare invasiva. In tali situazioni, non resta che distruggere la cotica erbosa e riseminare il prato.

Torna Su


In dettaglio

Morfologia e habitus

  • Cresce in singoli fusti o in cespi più o meno ricchi di accestimenti.
  • Fusti portanti pannocchie con corti rami su cui s’innestano spighette ovate e pesanti. Spighette con più reste, con riflessi verde-argentati. Fiorisce molto presto in primavera.
  • Tutta la pianta è ricoperta da una morbida peluria, con peli sia corti sia lunghi (≠ dal bambagione pubescente). Giovane foglia arrotolata (prefogliazione convoluta).
  • Le guaine basali sono screziate di rosso-violetto. Orecchiette assenti. 

Longevità e sviluppo

  • Annuale.
  • La disseminazione precoce assicura la riproduzione della specie.
  • Le giovani piante compaiono in autunno, ma essendo molto piccole non si notano. Sverna una sola volta.

Esigenze pedoclimatiche

  • Dal fondovalle al piano montano inferiore.
  • Molto diffusa in prati e pascoli con cotica erbosa lacunosa. Presente anche nei campi coltivati e su superfici ruderali.
  • In quanto pianta pioniera, occupa le lacune formatesi a seguito di fattori quali: gelo, siccità, calpestio, danni causati da campagnoli e maggiolini, nonché ustioni dovute a liquamazioni scorrette.
  • Gradisce suoli ricchi di elementi nutritivi. 

Gestione e modifica della cotica erbosa

  • Falciare precocemente per impedirne la disseminazione.
  • Evitare la formazione di lacune.
  • Se non è troppo diffusa, conviene traseminare.
  • In situazioni senza via d’uscita non resta che distruggere la cotica erbosa (chimicamente o meccanicamente) e riseminare il prato.
  • Concimare con moderazione. 

Valore foraggero

  • Scadente, consumato malvolentieri dal bestiame.

Torna Su