Prati temporanei ed erbai intercalari

MENU
LOGIN

Prati temporanei ed erbai intercalari

Di regola, prati temporanei ed erbai intercalari sono molto produttivi e forniscono foraggi grezzi di elevata qualità. In Svizzera, li si semina quasi sempre impiegando miscele di graminacee e leguminose foraggere che, in determinati casi, si possono anche utilizzare come sovesci.

Entrambi svolgono un ruolo centrale nelle zone dell’Altopiano e nei fondovalle, dove si alternano ai seminativi e proteggono il suolo tra due colture in rotazione. L’importanza dei prati temporanei si estende anche alle aree a vocazione foraggera dominate da prati e pascoli permanenti, perché la loro semina assicura il rinnovo delle superfici prative degradate o compromesse.

Generalità

Importanza e ruolo di prati temporanei ed erbai intercalari in Svizzera

Anche se l’importanza e il ruolo della foraggicoltura svizzera nel suo insieme sono ben descritti nel capitolo «La Svizzera – un paese ricco di prati e pascoli», prati temporanei ed erbai intercalari meritano comunque una trattazione dedicata che ne evidenzi specificità e funzioni, quali:

Scelta delle miscele foraggere – miscele standard

In Svizzera, prati temporanei ed erbai intercalari si seminano quasi esclusivamente con miscele foraggere costituite da alcune specie di graminacee e da una – due specie di leguminose. In questo ambito, le «miscele standard» fungono da miscele di riferimento.

Agroscope sviluppa le miscele standard sulla base dei più recenti dati scientifici e le sottopone regolarmente a verifiche pratiche, organizzate in collaborazione con APF/AGFF/ADCF e le aziende produttrici di sementi attive in Svizzera. Queste miscele si basano su ricette di comprovato successo e contengono sementi che hanno dovuto soddisfare severe esigenze qualitative. Il marchio di qualità APF/AGFF/ADCF certifica il rispetto di entrambe queste condizioni.

Sia le miscele standard sia quelle non standard sono raggruppate per tipo di miscela e inquadrate in un sistema di classificazione ben definito, che comprende otto categorie principali.

La scelta della miscela foraggera più adatta si fa valutando i criteri seguenti: durata di sfruttamento, valorizzazione del foraggio, condizioni pedoclimatiche locali e intensità di gestione.

Seminare e gestire i prati temporanei

Anche se scelta con criterio, nessuna miscela foraggera produce come e/o quanto si vorrebbe durante la sua vita utile se:

  • non la si semina correttamente,
  • il suo sviluppo iniziale è troppo lento o stentato,
  • non la si concima né la si sfrutta in modo appropriato.

Erbai intercalari

Questo paragrafo verrà redatto in un secondo tempo.

Torna Su